Cerca
  • Emilio Quintieri

Florentia - Fiorentina 2-0: l'analisi del match

Le ragazze di Antonio Cincotta hanno giocato una gara sotto ritmo, pochissimi acuti e poca lucidità. Ben 17 le conclusioni verso la porta per le viola, 6 nello specchio ma nessuna è stata una vera occasione da goal. Dopo 45 minuti giocati (o forse è meglio dire non giocati) le telecamere hanno inquadrato.


Daniela Sabatino a colloquio con Greta Adami, forse la 9 cercava più sostegno da parte della squadra visto che è rimasta isolata per tutto il match. Con all'ex Sassuolo in attacco ha giocato Clelland, ma la scozzese non è riuscita a rendersi pericolosa se non con un tiro a giro centrale bloccato agevolmente da Friedli. Unica nota positiva della sfida la prestazione di Martina Zanoli, anche se ormai l'ex Orobica non è più una sorpresa.


Thogersen e Vigilucci sulla destra non sono riuscite a costruire azioni pericolose, Sabatino ha provato al 90' di testa a riaprire il match ma senza successo. La viola perde un'occasione per tenere il passo del Sassuolo che allunga, e adesso le toscane dovranno guardarsi le spalle anche dalla Florentia che si è portata a 22 punti.


Giornata storica per la Florentia che vince il primo derby della sua storia contro la Fiorentina. Le reti di Cantore e Re permettono alle toscane di festeggiare meritatamente al triplice fischio. Il 4-2-3-1 con Melania Martinovic come unico terminale offensivo e il trio Cantore-Re-Nilsson a supporto. Nella prima frazione il match fatica a decollare ma è nella ripresa che le padrone di casa si scatenano, allo stadio Comunale di Santa Lucia va in scena una rappresentazione praticamente perfetta del concetto di cinismo: Due tiri in porta e due reti.


Martinovic non è stata incisiva in zona goal, ma come spesso le capita esce dall'area per far salire la squadra e pressare liberando così gli spazzi per gli inserimenti delle compagne.


Già dalle prime battute della seconda frazione si percepisce che la gara della Florentia sarà diversa. Cantore prima fa le prove generali del vantaggio dall'interno dell'area dopo uno scambio con Martinovic e insacca, ma l'arbitro annulla per offside. Al 53' però la giocatrice di proprietà della Juventus viene servita in campo aperto da uno splendido lancio di Nilsson che trova la classe 1999 abile nel portarsi avanti la sfera e concludere in diagonale col destro per il vantaggio.


Non contenta Cantore regala alla platea, oltre alla marcatura, due giocate di altissima scuola. Al 64' tunnel su Baldi dopo un ripiegamento difensivo per uscire dalla propria trequarti. E poi al 72' la più bella giocata dell'incontro che vale da sola il prezzo del biglietto, un tunnel su Adami sul centro-sinistra dell'area di rigore prima di calciare a giro col destro a lato non di molto. Passano 2 minuti e Cecilia Re chiude la sfida raddoppiando le marcature sfruttando l'assist di Bardin, per una giornata storica: primo derby vinto dalla Florentia. La formazione di San Gimignano si conferma squadra ostica in grado di puntare alla parte sinistra della classifica, prova di grande cuore da parte della squadra che non ha mollato mai su nessun pallone e alla fine della contesa ha festeggiato meritatamente con tutte le ragazze in cerchio.


7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2023 by Name of Site. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now